Massimiliano Gatti

Biografia

Massimiliano Gatti è nato a Voghera, Pavia. Laureato in Farmacia e diplomato in Tecnica e Linguaggio Fotografico al Cfp Bauer, da diverso tempo porta avanti numerose ricerche fotografiche sul territorio Medio Orientale.
Dal 2008 è fotografo presso la missione archeologica dell’Università di Udine a Qatna, Siria. Nel 2009 partecipa alla collettiva Piattaforma Zeronove, Modena, Fondazione Fotografia. Nel 2010 prende parte a un progetto di residenza artistica presso Stills gallery, centro di fotografia scozzese a Edimburgo. Nel 2011 espone all’ex Ospedale S.Agostino di Modena il lavoro realizzato durante la residenza, nella mostra International Departures 11. A settembre del 2011 realizza Materadio, un progetto fotografico incaricato da RAI Radio3 e dal comune di Matera e curato da Fondazione Fotografia.
Nel gennaio 2012 espone il progetto Peta nella mostra personale Oggetti Quotidiani, curata da Gigliola Foschi presso la galleria Obiettivo Reporter a Milano, progetto che vince il primo premio del concorso di arte contemporanea CoCoCo Como Contemporary Contest. Espone presso S. Pietro in Atrio a Como e allo Spazio Arti Contemporanee del Broletto di Pavia la mostra Proximus Est curata da Gigliola Foschi.
Dal 2012 tiene corsi di fotografia Still Life presso Obiettivo Reporter a Milano e un corso di fotografia archeologica a Dohuk, Iraq.
Fa parte come fotografo di scavo del Progetto Archeologico Regionale Terra di Ninive (PARTEN), una ricerca interdisciplinare condotta dall’Università di Udine nel Kurdistan iracheno.
Vive e lavora tra l'Italia e il Medio Oriente.

Download Bio    |    Photo gallery